Seleziona una pagina

“Accertare la possibile esistenza di pratiche commerciali scorrette” è l’obiettivo dell’istruttoria avviata dal Garante della concorrenza e dei mercati sulla spinosa vicenda della recente campagna pubblicitaria di Unipolsai.
Lo spiega il Senatore De Bertoldi (FdI), che, raccogliendo l’istanza di SNA, aveva portato in Parlamento la questione. “Rispondendo a una mia interrogazione il ministro Patuanelli, ha evidenziato due potenziali pratiche scorrette da parte di UnipolSai: una sulla restituzione di un mese di polizza Rc Auto, che in realtà sarebbe soltanto uno sconto da applicare in caso di rinnovo, e un’altra riguardo il trattamento dei dati personali del cliente che sarebbero
suscettibili di violare il Codice del Consumo. Toccherà adesso all’Antitrust – conclude De Bertoldi – valutare se sussistano violazioni e nel caso irrogare sanzioni”.
Il Presidente Sna Demozzi ha osservato che “le Compagnie dovrebbero concordare preventivamente con gli Agenti ogni iniziativa massiva indirizzata alla clientela, anche per evitare situazioni come questa. Tra l’altro, troppo spesso iniziative attuate senza la necessaria preparazione e senza il coinvolgimento degli Agenti, si ripercuotono negativamente proprio sugli Agenti, che rischiano di pagarne ingiustamente le conseguenze. Con danno tra l’altro per i Consumatori, spesso ignari delle modalità con le quali saranno poi trattati i loro dati personali, dopo essere stati inseriti nei portali delle Imprese o delle grandi aziende del web”.